Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Passaporto

RILASCIO DEL PASSAPORTO AI CONNAZIONALI RESIDENTI IN AUSTRALIA OCCIDENTALE

In generale, la domanda di rilascio del passaporto deve essere presentata all’Ufficio competente territorialmente in base alla residenza del richiedente (in Italia, le Questure).

Il Consolato d’Italia a Perth è competente per il rilascio dei passaporti ai connazionali residenti in Western Australia e regolarmente iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero). Si ricorda che chi risiede o intende risiedere all’estero per più di 12 mesi ha l’obbligo di iscriversi all’AIRE presso il proprio Consolato di riferimento, premurandosi al contempo di regolarizzare la propria posizione di stato civile (eventuali matrimoni, divorzi e/o nascite di figli).

RILASCIO DEL PASSAPORTO AI CONNAZIONALI NON RESIDENTI IN AUSTRALIA OCCIDENTALE

In casi particolari, il Consolato a Perth può rilasciare il passaporto anche in favore di cittadini Italiani non residenti in Australia Occidentale e non iscritti all’AIRE; in tali casi il passaporto non può tuttavia essere rilasciato a vista, essendo necessario per il Consolato acquisire preventivamente il nulla osta e la delega da parte della Questura o del Consolato d’Italia competente per residenza. procedura che allunga i tempi di rilascio di diversi giorni (e fino a circa a un mese).

COME SI OTTIENE IL RILASCIO DEL PASSAPORTO (ISCRITTI AIRE)

A partire dal giorno 8 gennaio 2024, il Consolato offre la possibilità a tutti i connazionali over 65 e alle donne in stato di gravidanza di ottenere il rilascio del passaporto a vista senza bisogno di prendere appuntamento, semplicemente presentandosi in Consolato tutti i martedì e giovedi dalle ore 09:00 alle 12:00, portando con sè il vecchio passaporto o un documento di identità valido (se il passaporto è già scaduto).

In tutti gli altri casi (e naturalmente anche per gli over 65 o le donne in gravidanza che lo preferissero) occorre fissare un appuntamento per il passaporto sul portale Prenot@Mi, che offrirà all’utente il primo slot disponibile. Al momento il tempo medio di attesa per il rilascio del passaporto è di 45 giorni.

All’appuntamento occorrerà semplicemente portare il vecchio passaporto e/o un documento di identità valido, oltre eventualmente, ad una foto formato tessera, esclusivamente su fondo bianco. 

Il Pagamento si può effetturare con Carta di Debito (con un sovraprezzo di AUD 0,25 a carico dell’utente) oppure in contanti in dollari australiani. Non è ammesso il pagamento in modalità contactless (ad esempio via ApplePay o GooglePay).

QUANDO RICHIEDERE IL PASSAPORTO

Il passaporto può essere richiesto dopo la scadenza del passaporto attuale, in prossimità della scadenza del passaporto attuale (non prima di 6 mesi), in caso di furto, smarrimento o deterioramento del passaporto attuale, quando si ha documentata necessità di un passaporto con validità residua superiore a 6 mesi, quando l’attuale passaporto non contiene pagine sufficienti per l’apposizione di visti.

Sul sito web www.viaggiaresicuri.it sono disponibili, per ogni singolo Paese, oltre ad una serie di informazioni aggiornate, tutte le indicazioni circa il documento di riconoscimento richiesto per l’ingresso nei diversi Paesi.

FURTO O SMARRIMENTO DEL PASSAPORTO ALL’ESTERO E DOCUMENTI DI VIAGGIO PROVVISORI

In caso di passaporti rubati o smarriti, il Consolato deve darne notizia alle Autorità di Polizia in Italia. A tale fine è necessario che i richiedenti si rechino immediatamente a sporgere denuncia di furto o smarrimento presso la Polizia del Western Australia e che consegnino al Consolato copia o gli estremi numerici della denuncia.

Qualora il cittadino italiano si trovi in una situazione di emergenza (ad esempio un turista in transito che deve partire tempestivamente e ha perso o è stato derubato del proprio passaporto) e non si faccia in tempo ad esperire la necessaria istruttoria per l’emissione di un nuovo passaporto, l’Ufficio consolare rilascia un documento di viaggio provvisorio, chiamato anche E.T.D. (Emergency Travel Document), con validità per il solo viaggio di rientro in Italia, nel Paese di stabile residenza all’estero o, in casi eccezionali, per una diversa destinazione.

Ulteriori informazioni sono disponibili nella sezione “Documento di viaggio provvisorio”.

VALIDITÀ

La validità del passaporto italiano dipende dall’età del titolare nel giorno del rilascio:

  • adulti: 10 anni;
  • minori fra 3 a 18 anni: 5 anni;
  • minori di età inferiore a 3 anni: 3 anni.

RILASCIO DEL PASSAPORTO A GENITORI DI FIGLI MINORENNI

Dal 14 giugno 2023, per ottenere il passaporto, i richiedenti che abbiano figli minorenni non devono più presentare un atto d’assenso firmato dall’altro genitore.

RILASCIO DEL PASSAPORTO A MINORENNI

All’appuntamento devono presentarsi in Consolato, insieme a entrambi i genitori (muniti di valido documento d’identità), tutti i richiedenti con 12 anni compiuti ai fini della rilevazione delle impronte digitali. Il genitore italiano (o cittadino UE) che non potesse presentarsi in Consolato per firmare congiuntamente la richiesta di passaporto, deve presentare l’atto d’assenso, debitamente compilato e firmato (vedi sezione sotto).

Per passaporti rilasciati a minori occorre portare con sé una fototessera del bambino/a su sfondo esclusivamente bianco, secondo la normativa ICAO.

ATTENZIONE: se il minore è nato in Australia e il certificato di nascita non è ancora stato consegnato al Consolato per la trascrizione in Italia, prima di richiedere il passaporto i genitori devono presentare al Consolato detto certificato in originale, legalizzato a mezzo di apostìlle e tradotto in italiano da un traduttore certificato dalla NAATI (cfr. le informazioni presenti nella sezione STATO CIVILE di questo sito).

Si precisa che non è possibile registrare la nascita e ottenere il passaporto del minore durante lo stesso appuntamento. La documentazione relativa alla registrazione della nascita deve essere  stata già presentata, prima di poter richiedere l’appuntamento per il rilascio del passaporto.

Per la registrazione di minori nati in Paesi terzi, si raccomanda di consultare il sito dell’Ambasciata/Consolato d’Italia competente in base al luogo di nascita. Qualora il minore sia in possesso di ulteriori cittadinanze, alla richiesta dovrà essere allegata una fotocopia di ciascun passaporto di cui il minore è titolare.

Per consentire la dovuta identificazione, i minori di anni 12 che fossero sprovvisti di altro passaporto devono anch’essi necessariamente presentarsi all’appuntamento.

 

 ATTO D’ASSENSO

L’atto d’assenso è necessario per la richiesta di passaporto di minorenni.

Le modalità di acquisizione dell’assenso dipendono dalle circostanze di chi lo rilascia:

  1. Genitori italiani e cittadini di altri Stati appartenenti all’UE: l’atto di assenso dell’altro genitore si consegna semplicemente al funzionario allo sportello, insieme a fotocopia di documento d’identità con firma chiaramente visibile.
  2. Genitori cittadini di Paesi extra-UE: l’atto di assenso va firmato di persona dall’altro genitore allo sportello del Consolato. Coloro che non possono firmare l’assenso in Consolato hanno la facoltà di firmare l’atto d’assenso davanti a un qualsiasi notaio australiano, che provvederà all’autentica della loro firma apponendo il proprio sigillo notarile. Il documento con la firma e il sigillo del notaio dovrà poi essere fatto autenticare dal DFAT mediante apposizione di apostìlle. Solo a quel punto, e non prima, potrà essere validamente presentato in Consolato. Se l’altro genitore cittadino extra-UE si trovasse, anche in via temporanea, in Italia o in Paesi terzi, l’atto d’assenso dev’esserci inviato, prima della restante documentazione, esclusivamente con le seguenti modalità: a) se dall’Italia, tramite la Questura di zona; b) se da Paesi terzi, tramite la nostra Ambasciata o Consolato competente per territorio. Qualora l’atto di assenso venga depositato presso questo Consolato, trovandosi il genitore che rilascia l’atto di assenso a qualsiasi titolo in Australia Occidentale mentre il passaporto in favore del figlio sia in fase di rilascio in Italia o presso altra Rappresentanza diplomatico-consolare, detto genitore dovrà attenersi a quanto indicato al precedente punto 1, dopodiché questo Consolato invierà immediatamente l’atto di assenso a mezzo PEC alla Questura o Rappresentanza del caso, in base alla richiesta del connazionale.

Se uno dei genitori è deceduto, è necessario esibire il relativo certificato di morte.

RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA

Si ricorda che il passaporto italiano può essere rilasciato solo a richiedenti che siano già in possesso della cittadinanza italiana.

Prima di richiedere un appuntamento per il rilascio del passaporto, si suggerisce pertanto a tutti gli interessati di verificare il proprio diritto alla cittadinanza leggendo attentamente le apposite FAQ contenute QUI.