Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

GENERALE

 

GENERALE

A differenza degli altri tipi di procure, denominate appunto “speciali”, con questo atto il comparente affida la gestione di tutti i propri affari, presenti e futuri, ad un rappresentante di sua completa fiducia (procuratore). La procura generale non ha un obiettivo ben preciso e viene spesso conferita con validità indefinita. Si tratta pertanto di uno strumento da utilizzare con estrema cautela, dati gli ampi poteri che vengono attribuiti al procuratore (spesso definito “mandatario”). Se non contiene una data di scadenza, una procura generale è valida a tempo indeterminato fino alla sua estinzione, che avviene solamente per espressa revoca o per decesso di una delle parti interessate.

L’originale di questo atto viene custodito presso il nostro Ufficio Notarile, mentre il comparente ne riceve una versione in copia autentica, disponibile anche in più esemplari, solitamente trattenuti da notai, banche o uffici postali e allegati a ogni singola pratica o transazione portata a termine (ad es., la compravendita di un immobile o il compimento di una transazione commerciale o finanziaria).

Se il comparente è coniugato e il regime patrimoniale prescelto è quello della comunione dei beni, la procura deve essere sottoscritta da entrambi i coniugi, che devono quindi presentarsi congiuntamente, entrambi muniti di codice fiscale (il formato elettronico è ugualmente accettato).

PER RICHIEDERE UNA PROCURA GENERALE CLICCARE QUI


230