Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Requisiti

 

Requisiti
  1. CITTADINANZA. Eccezion fatta per le certificazioni di esistenza in vita e l’atto di notorietà per matrimonio in Italia, i servizi notarili possono essere erogati solo a cittadini italiani, ovunque residenti, iscritti all'AIRE o meno. Nel caso di atti congiunti, cioè conferiti da due o più comparenti, è sufficiente che almeno uno di essi sia in possesso della cittadinanza italiana. I cittadini stranieri che invece abbiano necessità individuale di un atto notarile redatto in lingua italiana devono avvalersi di un libero professionista (v. elenco dei notai australiani, accessibile anche da QUI).
  2. LINGUA. Affinché possano essere validi in Italia, gli atti notarili devono essere redatti in lingua italiana, il che presuppone un’adeguata conoscenza della lingua da parte dei mandanti.
  3. CODICE FISCALE. Nessuna procura può essere conferita da un richiedente sprovvisto di codice fiscale, mentre l'indicazione di quello del procuratore è facoltativa. Chi fosse sprovvisto di codice fiscale deve attenersi alla procedura descritta in questa pagina.
  4. PROCEDURA. La procura non ha efficacia se non è conferita nelle forme prescritte per l’incarico che il rappresentante deve portare a termine. I dati da fornire per consentire la predisposizione dell'atto sono indicati all'interno del modulo elettronico che il richiedente deve compilare e inviare. Nel caso di procure congiunte, è necessario che ciascun mandante compili un modulo separato. Eventuali errori nel riportare il codice fiscale comportano la completa nullità dell'atto notarile, con la necessità di redigerne uno nuovo e l'ulteriore pagamento dei diritti consolari.
  5. REGIME PATRIMONIALE. Nel caso di procure conferite da richiedenti coniugati in regime patrimoniale di comunione dei beni, è opportuno che il mandato sia conferito da entrambi i coniugi, con firma contestuale dell'atto. Si suggerisce in ogni caso di appurarne previamente la necessità col notaio o altro destinatario dell'atto stesso.
  6. APPUNTAMENTO. Per il conferimento di una procura non dev'essere richiesto alcun appuntamento, né inviata alcuna e-mail o effettuate telefonate. Dopo aver letto le istruzioni presenti in questa pagina e aver individuato il tipo di atto necessario a seconda del caso, è sufficiente che il richiedente compili elettronicamente il modulo elettronico dedicato. La procedura è abbastanza semplice, può essere eseguita anche da smartphone o tablet e non comporta alcuna necessità di stampa o di firma. Se il richiedente si presenta in Consolato senza aver inviato il modulo elettronico, l’erogazione del servizio richiesto non sarà possibile.
  7. BOZZA. Per alcuni tipi di atti (evidenziati all'interno del predetto modulo) è indispensabile allegare una bozza fornita dal notaio o da altro professionista di riferimento in Italia.
  8. TEMPI. Per le richieste correttamente formulate secondo la procedura guidata, i tempi di lavorazione sono di circa 10 giorni lavorativi. Il richiedente riceverà un'e-mail con cui si conferma che l'atto è pronto per la firma, dopodiché potrà passare in Consolato nel giorno e nell'orario concordati. I richiedenti iscritti all'AIRE hanno la precedenza rispetto a coloro che non lo sono.

Autore:

EM

220