Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Rientro definitivo in Italia

 

Rientro definitivo in Italia

I cittadini italiani residenti in Australia Occidentale e iscritti all’AIRE da almeno 12 mesi che intendano rientrare o trasferirsi definitivamente in Italia (o altro Paese dell'Unione Europea) possono richiedere un documento chiamato "dichiarazione di rimpatrio effetti personali in esenzione doganale", che consente di (re)introdurre in Italia (o altro Paese UE) le proprie masserizie possedute e usate all’estero e un'auto o motoveicolo posseduto per almeno 6 mesi. Per ottenere detto documento occorre compilare e inviare il nostro MODULO DI CONTATTO, allegando copia del proprio passaporto italiano, elenco dettagliato delle masserizie e/o dell'auto o motoveicolo, data di partenza dall’Australia, indirizzo presso il quale si intende assumere residenza stabile, in Italia o in altro Paese dell'Unione Europea.
La pratica è gratuita.

 

I cittadini che rientrano in Italia a seguito di licenziamento o mancato rinnovo del contratto di lavoro possono usufruire di un sussidio di disoccupazione per i lavoratori rimpatriati, previsto dalla legge n. 402 del 1975.
È necessario collegarsi al sito dell'INPS e presentare la richiesta online, allegando documentazione comprovante la cessazione del rapporto lavorativo all'estero (in alternativa è possibile rivolgersi ad un patronato). Per ottenere il visto del Consolato sulla documentazione, si prega di inviare il nostro MODULO DI CONTATTO.
È, inoltre, necessario iscriversi ad un centro per l'impiego in Italia entro 30 giorni dal rientro in patria e quest'ultimo deve avvenire entro 180 giorni dal licenziamento all'estero.

 

I cittadini che rientrano in Italia entro il 30 giugno 2020 a causa della pandemia da COVID-19 e che ristabiliscono la propria residenza nel nostro Paese possono beneficiare del Reddito di emergenza (REM) previsto dal Decreto legge 34 del 19 maggio 2020 ("Decreto rilancio"). Si segnala che il Decreto produce immediatamente effetti giuridici, ma deve essere ancora convertito in legge.
Anche in questo caso è necessario collegarsi al sito dell'INPS e presentare la richiesta online oppure è possibile rivolgersi ad un patronato.


Autore:

EM

21